Ultima modifica: 25 marzo 2019

Concorso Nazionale – Conoscere, capire, amare: i doveri nella Costituzione

Download PDF

Premessa. La costituzione italiana, in discontinuità con la prassi affermatasi durante il regime fascista, assegna il primato all’individuo, rispetto allo Stato: i suoi diritti sono prima di tutto riconosciuti, e quindi preesistono e sono indipendenti dallo stato, e solo dopo vengono garantiti. Si riparte quindi dall’affermazione dell’esistenza di diritti innati dei cittadini, che lo stato deve soltanto riconoscere e regolare. La Costituzione prevede, oltre ai diritti, anche i doveri; e questo corrisponde perfettamente all’idea del cittadino, che non ha solo aspettative e diritti, ma anche doveri, che deve rispettare. Con questa formula, l’articolo 2 della Costituzione assegna ad ognuno di noi la responsabilità delle nostre scelte. Al cittadino, viene richiesto l’adempimento dei doveri, definiti dalla Costituzione come doveri di “solidarietà politica, economica e sociale”. Non esistono diritti senza doveri né viceversa: la libertà di ciascuno, dunque, è volta al miglioramento della società nel suo complesso. La costituzione riconosce così il valore della persona sia individualmente, sia in gruppo nelle “formazioni sociali dove si volge la sua personalità”. Ai cittadini sono chiesti, oltre i doveri di solidarietà politica, economica e sociale, il dovere di rispettare la Costituzione e le leggi, di partecipazione, di contribuire alle spese e di esercitare ruoli pubblici con onestà; alle Istituzioni è chiesto di sviluppare la cultura e la ricerca, tutelare la salute, tutelare l’ambiente e il patrimonio artistico, sviluppare e tutelare il lavoro. La Costituzione, infatti, è configurata in modo da non contenere solo princìpi astratti, ma disposizioni che precisano gli impegni della Repubblica per rendere effettivi i diritti e concreti i princìpi.

Articolo 1 – Finalità

Sulla base delle premesse esposte il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e l’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia, in occasione del 70° anniversario dell’entrata in vigore della Costituzione della Repubblica Italiana, indicono il Concorso “Conoscere, capire, amare: i doveri nella Costituzione” rivolto a tutte le scuole di ogni ordine e grado. Il concorso, da promuovere nell’ambito dei diversi insegnamenti (umanistici e scientifici), ha lo scopo di far maturare la consapevolezza che la Costituzione non è un complesso insieme di norme, ma il riferimento antro il quale i cittadini possono esercitare veramente il loro ruolo per la crescita collettiva della società. Con questa consapevolezza, nell’ambito delle discipline proposte nell’art. 3, si chiede ai destinatari di produrre elaborati che, a seguito dell’approfondimento sui valori sanciti nella Costituzione, riproducano il “sentimento”, il “sentire”, la “realtà” delle giovani generazioni che si affacciano alla complessità della società in cui vivono.

Articolo 2 – Destinatari

Possono partecipare al concorso gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado di istruzione, in forma individuale o in gruppo, i quali dovranno scegliere una delle tre sezioni proposte.

Articolo 3 – Tematiche e tipologia degli elaborati

Il concorso “Conoscere, capire, amare: i doveri nella Costituzione”, volendo favorire la libera e spontanea rielaborazione intellettuale nonché l’interpretazione creativa, propone la produzione di un’opera a scelta tra le seguenti sezioni disciplinari: 1) Storico – Documentale; 2) Artistico – Espressiva; 3) Musicale.

Articolo 3.1 – Sezione Storico/Documentale

Prevede la produzione di un elaborato scritto inedito, che adotti una forma di scrittura coerente con le finalità del bando (saggio breve, tema, articolo, tesina, poesia, racconto) e che non superi le otto cartelle per un massimo di 300 parole ognuna. Per la valutazione delle opere si terrà conto dei seguenti criteri:
 Coerenza dell’elaborato con il tema proposto;
 Capacità di veicolare un messaggio culturalmente rilevante;
 Qualità e correttezza lessicale e linguistica;
 Grado di creatività nella forma e nel contenuto proposto;
 Originalità creativa e significativa dello svolgimento.

Articolo 3.2 – Sezione Artistico/Espressiva

Le opere inedite potranno essere realizzate utilizzando qualsiasi tipo di materiale e tecnica (olio, carboncino, acquerello, pittura, scultura, grafica, computer graphic, etc.) e di forma espressiva (dipinti, video, pièce teatrale, graphic novel, fotografia, etc.).

Articolo 3.3 – Sezione Musicale

Potranno essere proposti brani di tipo strumentale e/o canori, ma rigorosamente inediti e non sottoposti a diritto d’autore. Saranno esclusi dal concorso gli arrangiamenti, anche se originali. Le eventuali citazioni melodiche non devono superare le quattro battute. La scelta della cifra stilistica e delle modalità di trattamento del suono è assolutamente libera. Le opere musicali devono pervenire su supporto digitale in formato MP3.

Articolo 3.4 – Specifiche tecniche degli elaborati

Di seguito si riporta una tabella esplicativa delle dimensioni e specifiche tecniche alle quali dovranno rispondere gli elaborati:

Sezione Arti Visive
 Pittura – Dimensioni max. cm 70×100
 Scultura – Dimensioni max. cm 80hx60x60
 Computer Graphic – Dimensioni max. cm 70×100 o su supporto digitale
 Graphic novel – max 10 tavole, max. cm 30×40
 Fotografia – Dimensioni max. cm 70×100 o su supporto digitale

Sezione Video
 Filmati, documentari, spot, clip, etc. – Formato AVI – MOV – MPG, durata max 10’
 Pièce teatrale – si dovrà presentare il testo e una breve sintesi delle parti più significative dell’opera, durata max. 20’

Sezione Audio
 Brano musicale – Formato MP3, durata max 10’; testo delle parole allegato

Articolo 4 – Iscrizione e termine di presentazione degli elaborati

Gli elaborati, accompagnati dalla scheda tecnica posta in allegato (All. A), esplicativa del lavoro e contenente i dati anagrafici dei partecipanti e i dati della scuola di appartenenza, dovranno essere inviate, entro e non oltre il 12 aprile 2019, al “MIUR – Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione – Ufficio III”, Viale Trastevere, 76/A – 00153 ROMA, con l’indicazione sulla busta della dicitura “Conoscere, capire, amare: i diritti nella Costituzione”. Tutte le opere inviate resteranno a disposizione del MIUR che si riserva la possibilità di produrre, a propria cura, senza corrispondere alcuna remunerazione o compenso agli autori, un supporto elettronico che recepisca i contributi inviati, a scopo divulgativo. Il materiale in concorso non sarà restituito.

Articolo 5 – Commissione esaminatrice

Presso la Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione verrà costituita una commissione che provvederà alla valutazione dei lavori pervenuti, alla selezione di 3 lavori per ogni ordine di scuola ed alla individuazione dei relativi vincitori. Il giudizio della commissione è insindacabile.

Articolo 6 – Premiazione

I vincitori, per ogni grado ed ordine di scuola, saranno premiati durante un evento di elevato valore istituzionale che si terrà a Roma nel 2019 ed in cui saranno esposti e presentati i migliori elaborati. I vincitori, a cui sarà rilasciato un attestato, saranno accompagnati, a cura del MIUR e dell’ANPI, ad una visita guidata nei luoghi fondamentali delle Istituzioni Democratiche.

Articolo 7 – Accettazione del regolamento

La partecipazione al Concorso è considerata quale accettazione integrale del presente Regolamento. I dati personali dei partecipanti saranno trattati ai sensi del Regolamento generale sulla protezione dei dati – Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio del 27 aprile 2016.

Articolo 8 – Comunicazioni

Eventuali ulteriori informazioni possono essere richieste dagli interessati tramite la casella di posta elettronica DGSIPUFFICIO3.CONCORSISTUDENTI@istruzione.it

 

Scheda di presentazione bando di concorso “Conoscere, capire, amare: i doveri nella Costituzione”